Torna l’appuntamento con “Mònde – Festa del Cinema sui Cammini”. Dal 4 al 6 settembre a Monte Sant’Angelo, sul Gargano.

Home - News - Torna l’appuntamento con “Mònde – Festa del Cinema sui Cammini”. Dal 4 al 6 settembre a Monte Sant’Angelo, sul Gargano.

Torna l’appuntamento con “Mònde – Festa del Cinema sui Cammini”. Dal 4 al 6 settembre a Monte Sant’Angelo, sul Gargano.

La 3^ edizione prevede proiezioni, cammini e passeggiate, walk show, mostre, degustazioni sonore, laboratori ed eventi speciali, alcuni fruibili anche in live streaming.
Ospite speciale Sergio Rubini, a cui andrà il Premio “Parco Nazionale del Gargano 2020” per i trent’anni del filmLa stazione”.

Comunicato stampa 01

Prosegue senza sosta il percorso di “Mònde – Festa del Cinema sui Cammini”, che quest’anno si terrà dal 4 al 6 settembre a Monte Sant’Angelo, nelle aree naturalistiche e di interesse storico del Parco Nazionale del Gargano.La 3^ edizione del festival cinematografico dedicato al tema del viaggio in tutte le sue sfumature ed accezioni – il cui nome si rifà al termine dialettale con cui è chiamata la cittadina di Monte Sant’Angelo, ma al contempo rimanda anche al “mondo”, ad una dimensione più alta e universale – si arricchisce di alcune novità che vanno ad impreziosire un format già consolidato.

«Mònde è un festival unico, con un format originalissimo che raccorda ed integra i diversi ambiti della valorizzazione culturale con l’espressione audiovisiva. Un festival di cinema che parla di attraversamenti culturali, fisici, temporali, interiori», afferma la presidente di Apulia Film Commission Simonetta Dellomonaco. E la Regione Puglia ha deciso di investire su questo Festival perché, come spiega il direttore generale di Apulia Film Commission Antonio Parente: «rappresenta un importante riferimento per il territorio del Gargano, ricchissimo di bellezze e valori culturali ancora da scoprire e far scoprire attraverso il cinema».

«Nell’anno dell’emergenza sanitaria Mònde, per la sua strutturazione,non poteva non essere resiliente. Al centro di tutto ci sarà ilconfronto con cammini, mostre e film in cui si riflette sul rapporto tra uomo/natura e senso di comunità», dichiara il direttore artistico di “Mònde” Luciano Toriello.

Ad aprire il Festival sarà la mostra fotografica “Io sono una forza del Passato”, ideata e curata dall’Archivio Storico Luce – Cinecittà, con cui si rinnova il legame nato lo scorso anno in occasione di “Gargano DOC – Scuola del documentario sui Cammini e gli Itinerari culturali”. Fulcro dell’esposizione due grandi maestri della fotografia – Garrubba e Settanni – e uno della cinepresa – Vittorio De Seta – che con i loro obiettivi hanno colto momenti e volti di riti di lavoro e vita nei campi dei paesini del Meridione italiano, in un Passato lontano e al tempo stesso vicino.

Come sempre, durante le tre giornate di Festival sarà possibile immergersi nei temi del viaggiare “lento” e del viaggiare tout-court attraverso la proiezione di film a tema. Da “Madre Nostra” di Lorenzo Scaraggi a “Senza tempo” di Giuseppe Valentino, da “In questo mondo” di Anna Kauber a “London afloat” di Gloria Aura Bortolini, solo per citarne alcuni. A precedere o a seguire le proiezioni saranno gli incontri con autori, registi e rappresentanti del mondo culturale ed istituzionale che si confronteranno su diversi argomenti nell’innovativo Walk Show (fruibile anche in streaming), sintesi tra il tema del camminare e la conversazione a più voci.

Ripercorrendo a piedi le antiche vie di pellegrini e crociati, a “Mònde” sarà come sempre possibile andare alla scoperta del Parco Nazionale del Gargano e della Città dei due Siti Unesco attraverso i cammini e le passeggiate organizzati dall’Associazione Monte Sant’Angelo Francigena. “Il villaggio monastico” è il cammino dedicato agli Eremi di Pulsano, mentre “I segni nella storia” è la passeggiata guidata alla scoperta del caratteristico Rione Junno, con le sue tipiche case dalle facciate bianche e i vicoli stretti, e della Basilica di San Michele Arcangelo simbolo di Monte Sant’Angelo. Immancabile il cammino attraverso la Vetusta Faggeta della Foresta Umbra, per scoprire “Magia e biodiversità”, accompagnati dall’intervento musicale “Le tre fate e lo zampognaro di Pescocostanzo” .

Sempre all’interno della Foresta Umbra, prenderanno vita la mostra fotografica “Al centro del Mònde” di Michele De Filippo e Pino Maiorano a cura di MAD – Memorie Audiovisive della Daunia, il laboratorio creativo Con le mani e con il cuore” a cura di Stefania Guerra, dedicato ai più piccoli a cui anche quest’anno il Festival riserva spazio e la degustazione sonora che vedrà Paolo Sassanelli, accompagnato dai Rione Junno, omaggiare il cantore del Gargano Matteo Salvatore.

L’evento speciale di “Mònde” 2020 (anche questo fruibile sia live che in streaming) vedrà protagonista Sergio Rubini, a cui andrà il Premio “Parco Nazionale del Gargano 2020” per i trent’anni de “La stazione”, pluripremiata opera prima girata quasi interamente in Puglia, tra San Marco in Lamis, Apricena, Foggia e Grumo Appula (paese natale dell’attore-regista). Prima della proiezione del film, Sergio Rubini dialogherà con Fabio Prencipe e Antongiulio Mancino (autori del volume “Sergio Rubini”, Falsopiano 2020).

«Siamo onorati di poter celebrare il trentennale del primo film comere gista di Sergio Rubini, girato anche presso la stazione di San Marco in Lamis, un luogo la cui Memoria sembra essere condannata alla cronaca nera degli ultimi anni e a cui noi vogliamo ridonare positività», spiega Luciano Toriello.

A “Mònde” non mancheranno, tra le altre cose, occasioni di incontro, condivisione e confronto con le degustazioni sonore.

L’intreccio delle collaborazioni di “Mònde” 2020 abbraccia anche la passione e la forza della Rete Nazionale Donne in Cammino, che nei giorni scorsi ha lanciato la call for action #ilcamminoèdonna. L’obiettivo è quello di realizzare un videoracconto partecipato, che narri lo spirito del camminare da un punto di vista tutto al femminile. E proprio al tema del cammino al femminile sarà dedicato il Walk Show “Ragazze in gamba”, a cui prenderà parte, tra le altre,la documentarista e conduttrice RAI Gloria Aura Bortolini.

“Mònde – Festa del Cinema sui Cammini” è un’iniziativa della Regione Puglia – Assessorato Industria Turistica e Culturale a valere sulle risorse del Patto per la Puglia FSC 2014-2020 – prodotta da Apulia Film Commission nell’ambito dell’intervento Apulia Cinefestival Network con il contributo di Ente Parco Nazionale del Gargano e del Comune di Monte Sant’Angelo. Soggetto ideatore e organizzatore della manifestazione, per la Direzione artistica di Luciano Toriello, è MAD – Memorie Audiovisive della Daunia.
L’evento è realizzato in collaborazione con: Istituto Luce-Cinecittà e Università degli Studi di Foggia e con Ass. Monte Sant’Angelo Francigena e Rete Nazionale Donne in Cammino. Con il patrocinio dell’Associazione Europea delle Vie Francigene. Mediapartner: Mediafarm e Radio NOVA IONS 97.